Igiene orale nell’anziano, un aspetto determinante per la qualità della vita

igiene orale | Dentista prato sesia

Come vi diciamo spesso, una buona igiene orale è la chiave per una bocca sana, dal bambino fino all’anziano passando per l’adolescente e l’adulto.

Una delle condizioni di salute che più influisce sulla qualità della vita degli anziani è quella orale. La
popolazione anziana ha una maggiore prevalenza di problemi orali e dentali, non tanto per l’invecchiamento fisiologico in sé, quanto per la maggiore incidenza di alcune patologie che interessano direttamente il cavo orale.

Le malattie e i problemi del cavo orale sono un rischio non solo per la salute della bocca, ma anche perché i batteri possono colonizzare le basse vie respiratorie provocando infezioni polmonari.
Molti studi dimostrano infatti , che un igiene orale adeguata riduce la polmonite.

Nello specifico dell’anziano però ci sono alcune differenze da puntualizzare, ad esempio nel caso in cui la persona non sia del tutto autosufficiente, e nei soggetti portatori di protesi.

Quindi come si procede a pulire i denti in queste situazioni?

Nel caso della persona cosciente, ma non del tutto autosufficiente e che non può aiutarsi, è consigliabile: usare spazzolino e dentifricio.

Procedere a spazzolare l’arcata dentaria superiore dalle gengive ai denti, dall’alto verso il basso, e nell’arcata dentaria inferiore dal basso verso l’alto.

Pulire bene la parte interna dei denti sia superiore che inferiore per poi sciacquare bene la bocca per rimuovere residui di dentifricio.

Nelle persone con protesi invece, si procede alla rimozione della stessa, per poi passare all’igiene dei denti residui nei modi classici, come spiegato sopra, con spazzolino e dentifricio.

La protesi invece va’ riposta in un contenitore, spazzolata con spazzolino e dentifricio, e poi risciacquata e rimessa in bocca.

Nel caso però in cui la protesi non venga reinserita subito, come ad esempio di notte, dopo averla pulita è consigliabile riporla in un contenitore apposito, immergerla in acqua e sciogliere all’interno una compressa effervescente per disinfettarla.

Una volta terminato l’effetto effervescente e dopo aver lasciato la protesi in ammollo per un tempo sufficiente, si può risciacquarla e reinserirla in bocca.

Vuoi maggiori informazioni? Contattaci, saremo felici di aiutarti!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Via Circonvallazione, 6

28077 - Prato Sesia (NO)

0163 851250

Chiamaci oggi!

Orari

Lun: 8-12 / Mar - Ven: 8-12, 15-19:30 / Sab: 8-14